Vito Santoliquido

vitosantoliquido

Nasce a Chivasso l’08-08-1988 e già in tenera età sboccia il suo amore per le arti marziali ispirato dai miti dell’epoca come Jean Claude Van Damme e Bruce Lee. All’età di 6 anni, sotto la guida del Maestro Franco Botosso, inizia la pratica del Viet Vo Dao. Dopo tre anni al maestro F. Botosso succede il Maestro Mauro Stupino, con cui continua la pratica del Viet Vo Dao fino all età di 17 anni. Nell’adolescenza, periodo difficile della sua vita si allontana dal Viet Vo Dao, ma continua a rimanere legato alle arti marziali praticando altre discipline marziali e sport da combattimento. Tuttavia non riesce a trovare in alcuna di esse la giusta via da seguire.

Nel 2007/08, all’età di 19 anni, ritrova la strada e gli stimoli giusti nuovamente nel Viet Vo Dao, grazie al Maestro Davide Scialpi.

Sostiene e supera con successo gli esami di Cintura Nera (2009) e di 1° Dang del Viet Vo Dao (2010, ottenendo la qualifica da parte del CONI di Istruttore di Arti Marziali). Ottenuti questi riconoscimenti inizia a frequentare, parallelamente allo studio portato avanti con costanza e dedizione con il suo maestro (D. Scialpi), il corso per “Cinture Nere e Dang avanzati” tenuto dal Gran Maestro Nguyen Thien Chin.

Dal 2007, inizia il suo percorso come istruttore, prima affiancando il suo maestro e successivamente gestendo autonomamente corsi di Viet Vo Dao.

Nell’aprile del 2013 decide insieme al suo maestro di staccarsi dalla federazione Viet Vo Dao, per iniziare una nuova e avvincente avventura nel Vo Viet sotto la guida del Gran Maestro Phan Hoang (fondatore del Viet Chi System e patriarca del Viet Vo Dao). Nasce così il Vo Viet Ho-Song.

La sua passione e voglia di allargare i propri orizzonti lo portano ad iniziare ad approfondire il concetto di energia interna concentrandosi sullo studio del Chi Gong, attraverso la partecipazione a corsi e seminari specificamente dedicati a questa tematica.

Il 1 ottobre del 2013 grazie anche all’aiuto del Maestro Scialpi vede concretizzare gli anni di pratica con l’apertura del suo nuovo Club nella città di Gassino Torinese.

Il costante desiderio di approfondimento delle arti marziali e la dinamicità che lo caratterizzano lo spingono ad una continua ricerca di un sistema di Street Fighting (lotta da strada) che sia una sintesi tra la millenaria tradizione delle arti marziali e della filosofia orientale con la realtà della società attuale. Da questo incessante sforzo deriva l’elaborazione di metodologie didattiche e di protocolli di insegnamento che, pur attingendo fermamente dai fondamenti della tradizione, puntano uno sguardo attento sulle necessità della nostra era.

Prosegue il suo cammino nelle discipline marziali frequentando vari stage tenuti dai maestri di svariate arti marziali per attingere elementi di miglioramento e di arricchimento.

Guidato da questi principi continua lo studio delle arti marziali vietnamite con l’umiltà dell’ultimo degli allievi e con la costante ricerca del miglioramento di se stesso.